« Aung San Suu Kyi processata | Home | Nuova condanna per Aung San Suu Kyi »

Aung San Suu Kyi compie 64 anni


Oggi il premio Nobel per la Pace, Aung San Suu Kyi compie 64 anni. Un compleanno che la leader dell'opposizione birmana trascorre privata della liberta', come molti di quelli precedenti. La fondatrice della Lega nazionale per la Democrazia "festeggia" nella prigione di Insein, a Rangoon (oggi Yangon), dove si trova con l'accusa di aver violato i termini dei suoi arresti domiciliari.

Davanti alla sede del partito Lnd a Rangoon i suoi sostenitori hanno liberato 64 passeri e 10 colombe assieme a un mare di palloncini colorati: tutti hanno cantato "Happy Birthday" e tagliato una torta in suo onore.

Nei giorni scorsi si sono moltiplicati gli appelli rivolti al regime birmano per il rilascio di Suu Kyi, si sono svolte manifestazioni e raccolte firme. Ma soprattutto e' scattato il tam tam del mondo virtuale globale, attraverso Twitter, Facebook e numerosissimi siti web con la campagna intitolata "64 words for Aung San Suu Kyi" (64 parole per Aung San Suu Kyi). Nella campagna si chiede ai sostenitori di Suu Kyi di inviare messaggi via Twitter, video, foto o sms al loro sito internet (http://www.64forsuu.org/).

Il Parlamento europeo, l'altro ieri, attraverso il suo presidente uscente Hans Gert Poettering, ha chiesto la scarcerazione immediata della leader dell'opposizione: "Il Parlamento europeo, che rappresenta i valori della democrazia e della liberta' dei quali l'Unione europea e' un faro in tutto il mondo, ribadisce il proprio pieno sostegno e solidarieta' a Aung San Suu Kyi. Questa donna coraggiosa - conclude il comunicato dell'eurocamera - rappresenta la migliore speranza per il suo popolo di un futuro libero e prospero".

Suu Kyi, sotto processo dal 18 maggio, rischia una condanna a 5 anni di carcere. I governi occidentali hanno definito il processo contro la leader democratica "una farsa", volta unicamente a giustificare la proroga del suo stato di detenzione, anche in vista del prossimo voto. La giunta militare ha organizzato delle elezioni nel 2010, per tentare di ricostruirsi una facciata di legittimita' internazionale.

Suu Kyi e' stata in carcere o agli arresti domiciliari per la maggior parte degli ultimi 19 anni.

Fonte: RaiNews24


Testimone della difesa: la norma che accusa Aung San Suu Kyi è stata abrogata


Accusa e difesa giocano il processo sulla validità della legge che incrimina la "Signora". Essa è inserita nella Costituzione del 1974, abolita nel 1988 dalla giunta militare al potere. La prossima udienza in programma il 24 luglio, con le considerazioni conclusive. Un centinaio di manifestanti si sono riuniti all'esterno del carcere, guardati a vista da agenti in assetto anti-sommossa.

Aung San Suu Kyi non ha violato alcuna norma attualmente in vigore, perché è incriminata per una legge costituzionale che è stata abolita 21 anni fa dalla giunta militare. È quanto ha dichiarato davanti ai giudici del tribunale speciale di Yangon Khin Moe Moe, avvocato e testimone per la difesa. Si è conclusa alle 5 del pomeriggio (ora locale) l'udienza a carico della leader dell'opposizione. In mattinata quotidiani locali avevano riferito di uno slittamento del processo al 17 luglio. Il processo si è invece svolto regolarmente alla presenza dell'imputata, che appare "in buone condizioni di salute" ed è durato diverse ore.

Nyan Win, avvocato della Nobel per la pace, spiega che durante il dibattimento accusa e difesa hanno discusso se la legge in base alla quale è incriminata la "Signora" sia ancora valida. La Sezione 22 sulla sicurezza dello Stato è stata introdotta con la Costituzione del 1974; una Costituzione abolita nel settembre 1988 dalla giunta militare oggi al potere, in seguito al colpo di Stato. Nyan Win aggiunge che la corte ha aggiornato il processo al 24 luglio per le considerazioni conclusive, ma appare poco probabile che verrà emessa la sentenza finale.

Questa mattina un centinaio di sostenitori si sono riuniti all'esterno del carcere di Insein, guardati a vista da numerosi agenti in assetto anti-sommossa e soldati governativi. I manifestanti volevano mostrare la loro solidarietà ad Aung San Suu Kyi, in carcere dal 14 maggio scorso per aver violato i termini dei domiciliari. La Nobel per la pace è incriminata per aver ospitato per due notti un cittadino americano, introdotto nella sua abitazione con la probabile complicità delle guardie addette alla sicurezza.

Nelle scorse settimane il procedimento a carico della leader dell'opposizione è stato rimandato in diverse occasioni: il 26 giugno in concomitanza con la visita di Ibhraim Gambari, inviato speciale delle Nazioni unite per il Myanmar, e il 3 luglio scorso per la presenza nella ex-Birmania di Ban Ki-moon, segretario generale Onu. Ban Ki-moon e Gambari non hanno ottenuto l'autorizzazione dalla giunta militare a incontrare Aung San Suu Kyi che, attraverso il suo legale, riferisce di non voler commentare l'esito delle missioni diplomatiche. Diversi esponenti dell'opposizione hanno giudicato fallimentare l'iniziativa Onu; fra la popolazione birmana serpeggia un sentimento di "tristezza e frustrazione".

Il primo rinvio risale invece al 12 giugno, quando i giudici hanno deciso lo slittamento del processo per esaminare la richiesta di inserire altri testimoni a favore della difesa. Il tribunale ha ammesso solo due testi per Aung San Suu Kyi, contro i 23 della pubblica accusa. Se riconosciuta colpevole, la Nobel per la pace - che ha trascorso 14 degli ultimi 20 anni agli arresti domiciliari - verrà condannata per altri cinque anni al carcere o ai domiciliari. La giunta militare, al potere in Myanmar dal 1962, intende incriminarla per impedirle di partecipare alle prossime elezioni politiche in programma nel 2010.

Update: 10 luglio 2009
Fonte: Asia News

TrackBack

TrackBack URL per questa entry:
http://www.robertobaggio.com/cgi-bin/movable/mt-tb.cgi/556

Info

In questa pagina è presente un solo post inserito il 19.06.09 10:55.

The previous post in this blog was Aung San Suu Kyi processata.

The next post in this blog is Nuova condanna per Aung San Suu Kyi.

Puoi trovarne altri in home page o cercando in archivio.

_POWERED_BY
© 2007 Kronomark&Partners Spa - Legal Information Copyright and Publishing - Tutti i diritti riservati.