« Agosto 2008 | Main | Novembre 2008 »

Ottobre 2008 Archivi

03.10.08

Forza Stefano!

Banner_Borgonovo.jpg


ROBERTO SARA' AL FIANCO DI STEFANO MERCOLEDI' SERA ALLO STADIO FRANCHI, QUANDO TANTI AMICI DI BORGONOVO TESTIMONIERANNO LA LORO VICINANZA ALL'EX BOMBER, OGGI IMPEGNATO NELLA SUA BATTAGLIA PIU' DURA, QUELLA CONTRO LA SLA. SARA' ANCHE L'OCCASIONE, SEMPRE PER VOLONTA' DI STEFANO, PER RACCOGLIERE FONDI PER SCONFIGGERE QUESTA TERRIBILE MALATTIA. ALL'INTERNO DELLA MANIFESTAZIONE SARA' DISPUTATA ANCHE UNA PARTITA TRA FIORENTINA E MILAN (CUI ROBERTO NON POTRA' PRENDERE PARTE, MA CHE VEDRA' PROTAGONISTI ALCUNE VECCHI COMPAGNI DI STEFANO TRA I VIOLA E I ROSSONERI). IL TUTTO SARA' VISIBILE SU SKY SPORT.

Una lieve infezione ha fatto scattare l'allarme. Stefano Borgonovo ha chiesto subito aiuto ai medici. Antibiotici e controlli quotidiani. Per niente al mondo salterebbe l'appuntamento con Firenze. Mercoledì sera, stadio Franchi. Il suo stadio. L'amichevole Fiorentina-Milan. Una notte per dichiarare guerra alla Sla. Un aereo apposito, mille attenzioni. Il viaggio durerà tre giorni. Ma Stefano vuole essere in campo. Intanto, concede la prima intervista dal giorno in cui ha rotto il silenzio. Domande via mail e risposte che ha dettato con gli occhi al computer.

Quando hai deciso di raccontare la tua storia?
"E' stato un crescere di sensazioni, in più Chantal ogni volta che saltava fuori l'argomento ribadiva il suo pensiero".

La manifestazione di affetto più bella che hai ricevuto?
"Quando, dopo tre mesi di ospedale, entrando in casa le mie bambine mi hanno fatto trovare un cartellone con scritto:'Bentornato papà!'".

Tanti casi di Sla, ci può essere un collegamento fra le cure mediche o le terapie seguite negli anni in cui hai giocato?
"Io credo a una malformazione genetica. Lasciamo stare il calcio. Se potessi tornare indietro rimetterei gli scarpini e rifarei gol alla Juve al novantesimo".

Il nome di una persona che vorresti vedere mercoledì.
"Enrico Cucchi ma purtroppo...". (n.d.r. Cucchi ex giocatore della Fiorentina è morto per un tumore).

Calcio e doping: qual è il messaggio per i giovani?
"Ho una scuola calcio dal 2001 con Marco Barollo. Abbiamo sempre detto ai ragazzi: 'Divertitevi'. Il bambino sa che quando entra in campo inizia il divertimento. Punto e basta".

Negli anni della malattia, oltre alla famiglia, chi ti è stato più vicino?
"Tutti quelli che lavorano con me alla Extra Sport, la mia scuola calcio. Anche perché altri non volevo vederli".

Dopo l'amichevole di Firenze ti aspetti altre iniziative simili? "Sicuramente. Il calcio sarà determinante per sconfiggere questa 'stronza'".

C'è una persona che non ti aspettavi di sentire dopo l'annuncio della malattia?
"Il mister Agroppi. E' stato un grande, mi ha dato forza e coraggio. Un'entrata di stile e di grande sensibilità".

Ti emozionerà rivedere al Franchi tanti ex compagni?
"Molto. Tornerò a Firenze per la terza volta. La più importante. Io e Chantal Firenze l'avevamo scelta per viverci tutta la vita già una settimana dopo che eravamo arrivati. Perché i fiorentini non sanno tradirti. A Firenze sono finito in nazionale ma ho passato anche tanti mesi senza fare gol. Nel bene e nel male sono sempre stato uno di loro".

Che ricordi hai dei tifosi fiorentini?
"Ho la foto in cornice della Fiesole. Proprio di fronte al letto. E' la coreografia più bella di sempre. Fu il giorno di Fiorentina-Juve, col ritorno di Baggio a Firenze. Quando Robi è venuto a trovarmi l'ha vista e abbiamo riso".

Cosa ti senti di promettere a Firenze?
"Di non mollare mai. Lo spirito, il carattere dei fiorentini insegnano. Sono metà toscano".

Un messaggio ai tuoi vecchi compagni.
"Continuate ad amare il calcio".

Cosa ti ha detto Baggio quando è venuto a trovarti?
"Mi ha promesso un assist per mercoledì prossimo".

Fonte: Gazzetta dello Sport del 3 ottobre 2008

PER INFO SULLA SLA, VEDI IL SITO DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA

AISLA.IT

Banner_Borgonovo.jpg

08.10.08

ROBERTO alla serata in onore di STEFANO

att_jpg.jpg

B&B calcio da sogno, forza Stefano, grande ragazzo, semplice e buono

Per guardare l'intervista integrale al tg1 di Roberto clicca QUI

"Stefano - dice Roberto- è un eroe moderno capace di mettere la sua faccia e la sua sofferenza in mostra ai fini della ricerca per una malattia ancora conosciuta poco. C'è grandissima emozione, sarà una serata particolare soprattutto per Stefano. Dobbiamo dire grazie al suo grandissimo coraggio, non ha nascosto la malattia. Anzi, l'ha resa pubblica e questo va sottolineato. Lotta giorno dopo giorno e noi dobbiamo essergli al fianco. Sono qui per dare una mano a Stefano.
Insieme abbiamo fatto grandi cose, poi purtroppo ci siamo divisi. Ora però guardiamo al futuro. Alla ricerca contro questo male, per aiutare tanta gente che soffre. E' necessario ringraziare la Fiorentina, il Milan e tutto il pubblico che stasera sarà allo stadio. Sono loro i veri artefici di questa raccolta fondi."

E' necessario sostenere la ricerca, e questa sera a allo stadio "Artemio Franchi" di Firenze, Roberto e tanti altri amici testimonieranno la loro vicinanza a Stefano e alle persone colpite da questo terribile male.


PER INFO SULLA SLA, VEDI IL SITO DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA

AISLA.IT

borgonovo--346x212.jpg



15.10.08

ROBERTO alla Giornata Mondiale dell'Alimentazione 2008

WFD_en_4.gif

“Il calcio professionista contro la fame”

L’impatto del cambiamento climatico e della bioenergia sulla sicurezza alimentare mondiale è il tema della Giornata Mondiale dell’Alimentazione di quest’anno, che sarà celebrata in oltre 150 paesi. La Giornata commemora il 16 ottobre 1945, data di fondazione della FAO.

“Il riscaldamento globale è già in corso e le strategie di adattamento sono ormai una questione di urgente necessità, specialmente per i paesi poveri dove vive la maggior parte dei 920 milioni di persone che soffrono la fame cronica. Occorre sviluppare con urgenza strategie di adattamento, e riconsiderare le destinazioni di uso della terra, i programmi di sicurezza alimentare e le politiche per il settore ittico e per quello forestale per proteggere le popolazioni povere dagli effetti del cambiamento climatico”, ha affermato Alexander Müller, Vice Direttore Generale della FAO, del Dipartimento Gestione Risorse Naturali ed Ambiente.

Discorso di Roberto Baggio
:

"Eccellenze,
Signore e Signori,

Sono molto lieto e onorato di essere stato invitato qui in FAO, oggi, dove nell’ottobre 2002 sono stato nominato Ambasciatore di buona volontà di questa organizzazione. La ringrazio ancora, Signor Direttore Generale, per quella preziosa nomina.

Continuo ad essere fiero del riconoscimento di cui la FAO ha voluto onorarmi, perché ogni voce può contribuire ad accrescere la sensibilità nei confronti di un problema che non riguarda gli altri ma tutti noi e ciascuno di noi: la lotta contro la fame nel mondo.

E’ un obbligo morale, personale e professionale, l’essere al vostro lato, in nome di tutti coloro che si trovano, a tutt’oggi, in condizione di disagio, povertà e sofferenza.

E’ con questo spirito che ho fatto di tutto per essere qui con voi oggi – e vi prego di scusarmi sin da ora, ma dovrò lasciare la sala prima della fine dei lavori per via di un impegno improrogabile.

Sono lieto di rendermi conto di quanti di voi hanno risposto in maniera incredibile a questo appello. Essere presente in occasione del lancio di questa campagna mondiale di solidarietà. Per me quasi un tuffo nel passato, un’emozione grande, e, nello stesso tempo, un enorme slancio verso un avvenire di speranza.

Mi auguro che questo nostro incontro oggi, ci spinga concretamente ad un impegno ancora più deciso per assicurare ai milioni di vittime innocenti che soffrono la fame, le risorse necessarie per coltivare le speranze di una vita migliore.

Permettetemi quindi di rivolgere, nella mia qualità di Ambasciatore di buona volontà della FAO, un appello a tutti voi, che siete qui con me con le mie stesse motivazioni, ma in particolare ai giovani che spero mi ascoltino:

Sta a voi, ragazzi, infondere nuovo slancio nel processo di solidarietà mondiale contro la fame.

Sta a voi far sì che un mondo giusto si diffonda e si consolidi, che esso significhi, soprattutto, un mondo libero dalla povertà e dalla fame. Perché la fame non è un male inevitabile.

Sta a voi, ragazzi.

E’ tempo, ora, di generoso e concreto impegno.

Dobbiamo far sì che ognuno di noi possa sentirsi protagonista in questa battaglia.

Dobbiamo far si che ognuno di noi possa sentirsi un eroe moderno e un eroe moderno è animato da passione, determinazione, coraggio.

I giovani sono così. Io mi fido dei giovani.

Un eroe moderno non si arrende mai.

Combattiamo insieme questa battaglia moderna, Vinciamo insieme!


Vi ringrazio."


Il Webcasting della Manifestazione : QUI

poster_baggio.jpg


Il servizio video dell'ANSA: QUI

About Ottobre 2008

This page contains all entries posted to Roberto Baggio - Sito ufficiale in Ottobre 2008. They are listed from oldest to newest.

Agosto 2008 is the previous archive.

Novembre 2008 is the next archive.

Many more can be found on the main index page or by looking through the archives.

_POWERED_BY

Credits

© 2007 Kronomark&Partners Spa - Legal Information Copyright and Publishing - Tutti i diritti riservati.